“Tutto andrà bene”, arcobaleni e chakra

| 0 commenti

Un foglio di carta, delle matite colorate, un arcobaleno, la frase “tutto andrà bene”. Nell’arco di pochi giorni questi elementi hanno acquisito un significato molto profondo: rappresentano un messaggio di coraggio, la speranza per il domani, la forza dei piccoli gesti in un periodo difficile, segnato dall’epidemia di coronavirus. Li troviamo sulle vetrine, i lampioni, i muri di molte città, ma anche sugli striscioni appesi alle finestre e le bacheche dei social. Ma qual è il concetto all’origine di questo messaggio?

L’arcobaleno è un fenomeno luminoso che crea, nel cielo, un arco di sette colori. Da sempre lo si associa ad un significato molto positivo e benevolo per l’uomo, come se, dopo una “tempesta” nella propria vita, si acquisisse uno sguardo colorato e positivo al futuro, accettando le nuove sfide con coraggio e tenacia. Non a caso questo concetto risale all’alba dei tempi e ne ritroviamo traccia in ciò che ci hanno tramandato le antiche civiltà: maya, romani, nativi americani, cristiani, arabi e buddisti.

A me, personalmente, il concetto dell’arcobaleno come messaggio di serenità futura ha ricordato subito l’Ayurveda, la scienza della vita indiana, uno dei sistemi di medicina naturale più antichi tramandati dall’uomo. I sette colori dell’arcobaleno identificano infatti i chakra, i centri energetici responsabili del nostro benessere psicofisico. Ciascun chakra ha funzione e significato precisi:

  • Primo Chakra: colore rosso, simbolo della passione e dell’amore; rappresenta le nostre radici, la capacità di provvedere ai nostri bisogni primari (cibo, vestiti, casa, denaro…) e di sentirsi in armonia con la terra e la natura.
  • Secondo Chakra: colore arancione, centro energetico della creatività (sia nel senso di creare una vita, sia portare alla luce qualsiasi nuova idea o pensiero che ci rende felici); è il chakra della pace.
  • Terzo Chakra: colore giallo, il colore dell’autostima e di come ci relazioniamo a chi o cosa ci circonda; rappresenta il nostro sole, la nostra energia.
  • Quarto Chakra: colore verde, è il chakra del cuore; le emozioni sono il motore della vita di ogni individuo e, sebbene spesso siano bloccate e facciamo fatica ad esternarle, esse sono la caratteristica più straordinaria dell’essere umano.
  • Quinto Chakra: colore blu, simbolo della comunicazione, della capacità di portare fuori ciò che sentiamo nel nostro cuore e nella nostra testa; è il colore del cielo e del mare, che ha il potere di tranquillizzare la nostra psiche.
  • Sesto Chakra: colore indaco, ci dà l’abilità di vedere ciò che è nascosto; rappresenta il nostro intuito, il sesto senso che ci permette di oltrepassare le barriere della razionalità e raggiungere la nostra anima.
  • Settimo Chakra: colore viola, è il chakra della corona; simboleggia il nostro legame con il cielo.

chakra

Il riequilibrio dei chakra, volto a dare benessere fisico e mentale, è una delle attività che svolgiamo al centro estetico Inlinea in tutti i nostri trattamenti eubiotici. Attraverso questa tecnica ripristiniamo una condizione di equilibrio nell’organismo, ricomponiamo il nostro “arcobaleno” psicofisico.

E così mi è apparso subito chiaro perché in questo momento così difficile ci stiamo circondando di arcobaleni: dopo la tempesta, ci aspettano benessere ed energia.

Dasha

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.